Più pelo per tutti: DragonAge2 e Skyrim5

Abbiamo parlato davvero poco di Dragon Age 2, e sicuramente meritava molto più spazio essendo uno dei giochi Bioware a lasciare opzione di rapporto gay senza l’aggiunta di nessun mod. A volte qui su GQ diamo per scontate cose importanti. In questo nuovo capitolo Hawke, il protagonista, è destinato a diventare il “Campione di Kirkwall” per sfuggire e poi combattere la prole oscura. Nel video seguente il barbuto Hwke si prende una pausa per limonare con Anders, compagno di punga e di pugnette.

Rispetto alle scene con l’elfo di Dragon Age è poca roba, ma non si può sempre star lì a trastullarsi lo spadino quando c’è un regno da salvare. Altra nota assolutamente positiva del gioco è il roster di modifica del personaggio, che mette a disposizione colore e tipologia di peluria, facendoci così dimenticare i corpi glabri e troppo finti del primo episodio.


Possiamo scegliere il colore del pelo, che va da un “gray-daddy” a un “brown-leather”, passando per il “red-ginger”. Di seguito anche quattro opzioni per la tipologia del pelo: dall’ampio rado, all’ampio folto, stretto rado e stretto folto. Se poi contate che per l’intero gioco il protagonista veste solo qualche macchia di sangue, vi è possibile immaginare il paradiso dei feticisti videoludici.

Se questo vi sembra interessante, aspettate di scaricare l’aggiornamento del roster di creazione personaggio di The Elder Scrolls V: Skyrim, altro fantastico RPG in cui è possibile l’opzione del matrimonio gay. Qui sotto una foto in anteprima, per il mod bisognerà aspettare gennaio.


GQ

5 thoughts on “Più pelo per tutti: DragonAge2 e Skyrim5

  1. Gorenfield says:

    ah, lol, io non ne ho bisogno!!
    era un apprezzamento “altrui”..

    Rispondi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: