Il musical che ogni geekqueer stava aspettando

Gay e musical sono un binomio da tempo consolidato nel mondo dello showbiz. Broadway, capitale mondiale di questo genere teatrale, deve moltissimo all’apporto artistico (attori, registi, ballerini, scenografi…) ed economico (pubblico pagante) che il mondo queer ha dato in oltre cento anni di storia.
Ma se anziché usare la parola “gay”  usiamo il termine  “geekqueer” che può saltare fuori? Semplice, un piccolo gioiellino di circa 4 minuti dal titolo: Zelda: The Musical.

Il video, scritto e interpretato dal canadese Mitchell Moffit, sta facendo il giro del web e in un mondo ideale sarebbe gia’ stato opzionato da Nintendo per trasformarlo in uno spettacolo vero e proprio. Incrociamo i wiimote e speriamo bene!

7 thoughts on “Il musical che ogni geekqueer stava aspettando

  1. GeekEr says:

    Io lo sto ri-finendo in versione 3ds proprio in questi giorni…

    Rispondi
  2. Riccardo Kaiser says:

    quant’è bello..
    il 3ds l’ho comprato praticamente per ocarina of time 3d..
    ho comprato la wii per giocarmi twilight princess (che mi sto godendo proprio ora) e skyward sword! sto cercando anche the wind waker, ma ho visto su ebay che costa troppo! 100 euro so tanti per il mio portafogli 🙁
    vabbe, per farti capire che sono un zelda-addicted del cazzo!

    Rispondi
  3. GeekEr says:

    E pensare che Wind Waker l’ho venduto come un fesso per comprare non ricordo bene cosa … Sigh!

    Rispondi
  4. GeekEr says:

    Ma si parla di almeno dieci anni fa … ero un giovane gaymer squattrinato!

    Rispondi

Rispondi a Riccardo Kaiser Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: