Finita la scorsa settimana la più grande fiera dell’intrattenimento videoludico a Los Angeles: l’E3.
Mai come quest’anno l’amaro in bocca ha accompagnato gli spettatori delle conferenze\spettacolo delle più grandi case di produzione: novità ridotte all’osso, pochi titoli degni di stupore e progetti che continuano a esser rimandati, con la sicurezza di vederli già vecchi alla loro uscita. Vediamo di seguito quello che potrebbe interessare al pubblico glbt in questo 2012\2013.

WiiU, Nintendo
Se speravate in una lunga lista di titoli per la 3DS lanciata l’anno scorso, potete anche magnà tranquilli: quest’anno la Nintendo ha deciso di puntare solo sul controller della WiiU, facendo vedere cose già viste, raccontando gameline già annunciate e mantenendo uno strano silenzio stampa sulla potenza reale della macchina. Noi di GQ fuggiamo da simili macchinazioni di marketing e il controller della WiiU ce lo siamo fatto noi. Risparmiate anche voi, che c’è crisi.

Persona 4 Arena, Atlus US

La serie di Persona non ha mai lesinato in personaggi lgbt, speriamo sia così anche in questa versione che abbandona lo storymode per un fighting game che pare essere davvero interessante.

Fable: The Journey, Lionhead

La versione per Kinect di Fable sembra incentrata più su uno schema di sparatutto, piuttosto che sulla storyline RPG a cui eravamo abituati, ma forse anche in questa bizzarra modalità si potrà sposare e convivere con personaggi del proprio stesso sesso e variare l’identità di genere, come nei primi tre capitoli.

Hatsune Miku: Project Diva, Playstation Vita

Dopo il grande successo in Giappone del coin-op (nelle sale giochi di Hakihabara c’era sempre una fila infinita per poterci giocare), Playstation porta il rhythm game sul nuovo schermo sensibile della portatile Vita. Un nome che è già una garanzia glbt.

Just Dance 4, Ubisoft, Paris

L’ultimo capitolo di Just Dance sembra sia davvero il migliore della serie; leggendo la tracklist provvisoria c’è davvero da ballare per ore, non accontentandosi di poche hit e molti riempitivi, ma caricando il gioco con riempi-pista pop nuovi e di successo.

Dance Central 3, Microsoft

Anche la controparte Microsoft per Kinect propone il terzo capitolo di Dance Central, sicuramente più impegnativo dei titoli concorrenti, soprattutto se la carta da parati o il mobilio continuano a entrare nei sensori di movimento.

Karaoke JoySound, Konami

Nuovo titolo per Nintendo Wii e WiiU dedicato agli amanti del karaoke. Le novità dovrebbero farsi notare quando sarà rilasciata una tracklist. Intanto nella presentazione della WiiU abbiamo visto come il gamepad venga utilizzato in questo gioco come leggio per i testi. Si vede che leggere i sottotitoli sul televisore di casa discriminava i miopi.

DanceStar party hits, Playstation

Concludiamo la sezione rhythm game con il Move della PS3. Secondo titolo per DanceStar che brillava per coreografie e co-op in rete, ma annoiava per una selezione musicale che manco ai lidi romagnoli in ottobre. Questa volta il video di presentazione ci promette 40 hits e fino a 20 giocatori on-line.

Veniamo infine a due titoli seri per hardcore gaymer quali siamo. Se il primo è una bella rivincita delle giocatrici lelle su Uncharted, che vedeva il solito eroe maschile far tutto e farlo bene, finalmente si potrà ammirare -in ambienti forse troppo simili- la mai dimenticata Lara Croft, con l’ultima fatica della Crystal Dynamic: Tomb Rider, il prequel. E questa volta Lara non avrà la solita sesta di reggiseno ma è tosta come non mai: nei vari trailers ne prende più di Michael Mayers e Jason messi assieme.

Il nuovo titolo della Naughty Dog invece si allontana dala trilogia di Uncharted, per presentar la storia di un padre e una figlia in un futuro post-apocalittico. Segnaliamo questo The Last of Us non solo perché ci è sembrato uno dei titoli migliori presentati a questo E3 ma soprattutto per la bellezza -seppur virtuale- di uno dei più sexy personaggi mai creati per un videogioco.

No, ma. Non ci son parole.

Ovviamente vi invito a visitare i siti generalisti per vedervi tutte le novità che hanno un po’ smosso gli animi dei videogiocatori come: Watch Dogs, ZombiU, e Beyond: two souls. Un ultimo ringraziamento va alla Ubisoft che in questo E3 ha affidato la sua conferenza all’attrice Aisha Tyler, la prima commessa nera di un bric à brac stracolmo di fantasmi, nel telefilm Ghost Whisperer. Grazie, se ne sentiva il bisogno.
GQ

Categorie: News

2 Risposte

  1. Riccardo Kaiser scrive:

    la wii u non mi ha entusiasmato, soprattutto perché hanno deciso di presentare troppi videogame già usciti per altre console.. guarda batman o mass effect 3.. trovo questa soluzione troppo sbrigativa e priva di idee originali per la wii u..
    per non parlare di assassin’s creed! hanno presentato mille volte sto cazzo di videogame..

  2. geekqueer scrive:

    e vogliamo parlare di New Super Mario? Tra un po’ fanno uscire la stessa versione anche per la lavatrice.

Scrivi un commento


Articoli random

Le Grandi Inchieste...

Il 3° livello dungeon di Zelda. E chiudiamo questa ...

Quanto siete Geek?...

Ora che il mondo ha capito che essere ...

Lezioni di trucco...

Francesco Guerra è un truccatore, anzi è un ...