Last night a videogame saved my life


Un paio di anni fa un autore di manga dal nome BlackSand fece uscire delle avventure grafiche in cui i protagonisti erano nerboruti ragazzoni calati in situazioni erotiche omosessuali. Il primo gioco, CASA TEMASU!, raccontava di un giovane falegname, Hashino Heikiti, ospitato dal suo capomastro rimasto da poco vedovo e quindi da consolare.
Le immagini del videogames fecero il giro dei siti gay di mezzo mondo e molti provarono anche a giocarci, per nulla spaventati dal testo in giapponese e da un gameplay rimasto al pleistocene. Pochi invece sanno che da allora la UnderGround Compaign ha prodotto molti altri videogames di genere, che elenco qui con i relativi link ai DOWNLOAD delle trial-version (le pagine son tradotte in italiano i giochi no).

ATTENZIONE: il materiale è esplicitamente pornografico, se siete in ufficio sarebbe meglio controllare prima che non ci sia il capo alle vostre spalle.

SUREIBUAIRANDO DI OKINAWA: In una piccola isola vicino a Okinawa c’è un resort paradisiaco in cui sembra tutti vogliano andare e dove la sicurezza è molto diligente.
IL GIARDINO DI ‘: Il mistero di strani profumi e figure angeliche nei corridoi di una scuola, è il pretesto per ritrovarsi in infermeria nudi e sudati.
RIDE ON SHOOTING STAR: Meteor è il protagonista di questa aventura ambientata sulle strade del Giappone, tra camionisti e autostoppisti.
UGMG: In un mondo fantastico coabitano uomini e animali antropomorfi che di umano hanno proprio tutto-tutto.
DEDICATO AL MARE: Quello che sembra il titolo di una canzone della Bertè è la storia di un neo diplomato, Koida, richiamato dal padre sarcedote scintoista per salvare casa, bottega e paese.
IO AMO LA MAGIA: Simba è l’eroe di quest’avventura fantasy di cui non ho capito neppure dove sia ambientata, ma poco importa quando i cattivi sono piselloni dentati fatti d’acqua.
DOPPELANGER: In un Giappone contemporaneo questa detection si srotola attorno alla ricerca di un serial killer che decapita le vittime e annuncia la fine del mondo (qui il trailer).
GQ

*tutte le mie traduzioni son basate sui suggerimenti del traduttore di Google, quindi fate poco i saccentelli.

3 thoughts on “Last night a videogame saved my life

  1. El Topolon says:

    questo autore di manga mi interessa moltissimo , hai l'indirizzo del suo sito o del suo blog ?

    Rispondi

Rispondi a Geek Queer Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: