La Posta di Q*Bert

Nuovissima e inutilissima rubrica di GQ: l’allegro e frizzante personaggio dei videogiochi anni ’80 risponde alle lettere dei nostri lettori*. Che simpatico Q*Bert! In fondo sembra un Pacman peloso che ha fatto troppo sesso orale.

(*Cif. tag. le lettere sono inventate di sana pianta e Q*Bert non risponde a nessuna rubrica dato che non ha le mani per scrivere)

Caro Q*Bert, perchè voi frocievideoludiche non parlate mai di giochi sportivi? Confermate il pregiudizio per cui i gay non amino i giochi di sport? Giulia da LaSpezia.

Risponde Q*Bert: “Cara Giulia, quello che dici non è vero! So per certo che uno dei due GQ ha giocato almeno una volta a Grand Prix Tennis per il Commodore 64, utilizzando il personaggio della Navratilova”.

2 thoughts on “La Posta di Q*Bert

  1. Anonymous says:

    sul podcast "Onda Ludica" si chiedevano se esistano videogiochi per gay che non cadano negli stereotipi.Cioè marinaretti e camioniste.
    Q*Bert la saluto.

    El Chachacha

    Rispondi

Rispondi a Anonymous Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: